Il decennio del cloud: la trasformazione attraverso l'ascesa di SaaS, IaaS e PaaS


Il decennio del cloud: la trasformazione attraverso l'ascesa di SaaS, IaaS e PaaS

L'alba di un nuovo decennio rappresenta una buona opportunità per una valutazione più completa del cloud computing - e secondo l'analista di settore Synergy Research, la "notevole trasformazione" ha visto il centro dati aziendale sempre più colpito.

Synergy ha dato il via al 2020 con un paio di note che guardano la spesa IT aziendale l'impatto dei ricavi SaaS (Software as a Service). Quando il decennio è iniziato la spesa per i servizi di infrastruttura cloud ha a malapena mosso la lancetta dell'ago; ma mentre la spesa per hardware e software dei data center si è appiattita nella metà del decennio - vedendo solo un aumento nel 2018 - le proiezioni dell'anno scorso hanno rivelato che la spesa per il cloud ha finalmente superato quella per l'on-prem.

Nel corso dell'intero decennio, ha osservato Synergy, la crescita media annua della spesa per il data center è stata del 4% - e anche la maggior parte di questo è dovuta ai primi tre anni di crescita. Per i servizi cloud, la cifra è stata del 56% in tutto il decennio.


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per quanto riguarda i ricavi SaaS, è stata una storia simile: i ricavi annuali sono di 100 milioni di dollari a un tasso di crescita del 39% all'anno. Questo dato si confronta con una crescita del software con licenza perpetua di appena il 4% all'anno.

Microsoft, nel corso del decennio, come dice Synergy, ha visto raddoppiare i suoi ricavi totali del software e i ricavi SaaS crescere da zero a più di 20 milioni di dollari nel corso del decennio.

I soliti sospetti hanno visto una crescita significativa in termini di organizzazioni che sono passate a modelli basati sul SaaS, dalla gestione delle risorse dei clienti (CRM) alla gestione del capitale umano (HCM). Eppure la pianificazione delle risorse aziendali (ERP) è un'area ancora un po' sottorappresentata, sostiene Synergy.

Come sostiene John Dinsdale, analista capo del Synergy Research Group, l'emergere di varie grandi piattaforme SaaS intorno alla collaborazione aziendale, da Workday, a Zendesk, a Cloudera, ha costretto la mano dei fornitori di software tradizionali a spingere maggiormente il SaaS.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per coloro che sono stati coinvolti nel settore nell'ultimo decennio, quanto sopra non è affatto una novità. Eppure è certamente interessante guardare indietro e valutare vari punti di crescita e previsioni.

All'inizio del decennio il SaaS, alimentato dalla crescita esplosiva di Salesforce, era chiaramente il figlio manifesto dei casi d'uso del cloud computing.

Guardando un rapporto di Gartner sulle tendenze del mercato del 2012 incentrato sul SaaS, come questa pubblicazione riportava all'epoca, molte delle loro previsioni suonavano vere. Gartner prevedeva che il CRM basato sul SaaS sarebbe cresciuto a un tasso tre volte superiore a quello delle applicazioni on-premise, pur rilevando che l'ERP basato sul SaaS avrebbe preso una strada più difficile verso la cannibalizzazione. Ogni rapporto degli analisti ha messo il SaaS nel secchio più grande, seguito dall'IaaS e poi, molto più in basso, dal PaaS.

I servizi infrastrutturali richiedevano naturalmente molto più tempo per guadagnare la fiducia delle imprese e di altre grandi organizzazioni. Il rapporto Trends to Watch 2013 di Ovum intorno al cloud privato e pubblico ha correttamente identificato Microsoft e Google come i principali pretendenti alla corona di Amazon Web Services' (AWS).

Il Magic Quadrant 2013 di Gartner per IaaS ha avuto due leader: AWS e CSC. Quest'ultima si è fusa con HP Enterprise Services nel 2017, prima che Microsoft si trasferisse nella zona dei leader nel 2014 e lo status quo è rimasto per tre anni prima che Google si unisse alla partita.

L'esplorazione di una tecnologia emergente, la valutazione di ciò che si può fare e le preoccupazioni per la sicurezza sono cicliche - prendiamo come esempio più recente la blockchain. Le industrie con problemi di dati particolarmente sensibili erano naturalmente riluttanti a passare a infrastrutture diverse. È intorno al 2013 che si sono viste le prime vere riprese di cloud ibrido tra le organizzazioni.

Mentre il decennio passava nella sua seconda metà, i benefici del multi-cloud diventavano più chiaramente definiti. Un conto è stato l'assuefazione del vendor lock-in, ma con l'aumentare della complessità dei carichi di lavoro, è aumentata anche la comprensione.

Alcuni fornitori saranno più efficienti di altri a seconda delle esigenze della vostra organizzazione in termini di dati, sia che si tratti di backup e disaster recovery, sia di analisi e approfondimenti.

In definitiva, la maturazione e la saturazione dei mercati del software cloud e delle infrastrutture in particolare hanno visto la prossima ondata di servizi cloud muoversi velocemente.

Tutto è supportato dai dati: K8 e container ne fanno parte, ma anche le tecnologie di blockchain e di intelligenza artificiale. La qualità e la quantità di organizzazioni che citano la capacità di apprendimento delle macchine come il motivo principale per muoversi per lo più o all-in su un iperscaler - Formula 1, Sainsbury's e Walt Disney Studios solo per citare tre esempi recenti - dimostra che le aziende si sentono a proprio agio nel cloud, e vogliono vedere cosa succederà  dopo.

Fino a che punto l'ultimo decennio è stato caratterizzato da naturali progressi tecnologici, e quanto è passato attraverso la vendor strategy? In definitiva, e a rischio di essere una scappatoia, la risposta è un po' di entrambe le cose.

Dinsdale ha citato 'drammatici miglioramenti' nelle capacità di hosting e di calcolo, che hanno portato ad applicazioni aziendali sempre più sofisticate e a una miriade di modi di sgranocchiare, elaborare e analizzare i dati sia in termini di software che di infrastrutture.

Eppure, proprio come dimostrano gli studi che stare in un aereo è più sicuro che stare in un'auto, le imprese hanno capito questo confronto tra il cloud e l'on-premises software. Le violazioni si verificano ancora, ma come questa pubblicazione ha spesso riportato, sono spesso autoinflitte.

IT'S EASY

Cerchi una soluzione tecnologica per rispondere ad un bisogno della Tua Azienda?

Contattaci! Saremo lieti di progettarla assieme a Te.